Don Fabrizio nominato parroco di Castelnuovo

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi

in www.chiesadimodena.it del 17 giugno 2018

Cambiamenti in vista per due parrocchie della nostra diocesi: a seguito della rinuncia di don Isacco Spinelli – che in autunno si trasferirà a Maranello, dove presterà la sua opera come collaboratore – l’Arcivescovo ha nominato parroco di Castelnuovo Rangone don Fabrizio Colombini, che attualmente svolge il ministero presso la parrocchia di San Cesario sul Panaro. Durante l’estate, però, i due sacerdoti continueranno a servire le rispettive comunità come amministratori parrocchiali, finchè San Cesario non abbia ricevuto un nuovo parroco e don Colombini non faccia il suo ingresso a Castelnuovo.
Don Fabrizio Colombini, nato a Modena il 22 novembre 1971, è stato ordinato diacono il 7 ottobre 1995, prestando servizio presso la parrocchia urbana del Crocifisso, fino all’ordinazione presbiterale, il 1° giugno 1996.
Viceparroco di Casinalbo dal 1996 al 1999, è stato in seguito viceparroco a Vignola per quasi cinque anni (1999–2004), prima di essere nominato parroco di San Cesario nel 2006.
Don Colombini si è specializzato in Teologia spirituale presso la Pontificia università Gregoriana fra il 2004 e il 2006, materia della quale è docente presso lo Studio teologico interdiocesano di Reggio Emilia. All’Istituto superiore di scienze religiose dell’Emilia, don Colombini insegna invece Teologia dei ministeri e Teologia del laicato.

Don Isacco Spinelli ha retto invece la parrocchia di Castelnuovo per quasi dieci anni, dal 2009 ad oggi. Nato a Rivara, frazione di San Felice sul Panaro, il 6 febbraio 1940, è stato ordinato il 20 giugno 1964. Appartiene in pieno alla generazione di sacerdoti dell’epoca dell’arcivescovo Amici, formatisi durante il Concilio Vaticano II, nel clima di grande rinnovamento e di apertura missionaria che caratterizzava quegli anni.
La «cifra della missione» è sempre stata la nota dominante del ministero di don Spinelli, che esordì come cappellano nella allora nuovissima parrocchia della Madonna Pellegrina, in un contesto di periferia urbana da evangelizzare e proseguì come missionario in Brasile, come collaboratore nella diocesi di Goias, dal 1967 al 1992, anno in cui, rientrato in patria, fu nominato parroco di Massa Finalese.
Arciprete di Formigine dal settembre 1999, ricevette il 21 luglio 2009 la nomina alla parrocchia di Castelnuovo Rangone, che conta circa 10mila abitanti, il cui attuale viceparroco è don Andrea Ballarin, molto attivo nella pastorale giovanile parrocchiale e nella catechesi con l’arte.