Celebrare la vita

“La cattedrale” di Rodin

Domenica torniamo a riunirci per pregare assieme

Carissimi,

come sapete, a partire dal 18 maggio scorso è possibile tornare a celebrare assieme, avendo sempre cura di rispettare le norme sanitarie per contenere il diffondersi del virus.
Dobbiamo essere grati di questa ripartenza e viverla con rinnovata attenzione e premura.
Anche relativamente alle celebrazioni, dobbiamo sempre ricordare che rispettare le norme sanitarie rappresenta un atto evangelico di cura e attenzione verso gli altri e verso se stessi.

Il nostro vescovo Erio ha scritto parole significative in questo senso che è prezioso condividere:

«Il Padre non ha avuto fretta di richiamare Gesù alla vita nuova. È passato un intero sabato, due notti e un giorno nel sepolcro, prima che il Figlio fosse glorificato. Stiamo vivendo anche questa dimensione di sabato santo planetario, attesa e speranza vissute nell’apprensione. La “fase due”, che si è aperta in alcuni paesi tra i quali il nostro, è affidata alla responsabilità di tutti; ma sarà certamente lunga e non priva di incertezze. Dovremo trasformare in stile di vita quelle pratiche ora nuove e piuttosto estranee alle nostre abitudini: mascherina, distanziamento, igienizzazione.
Certamente dovremo convivere ancora a lungo con il virus e immaginare per un po’ di tempo una vita pastorale “ridotta”. Ma non dobbiamo avere fretta di “uscire dal sepolcro”, pur sapendo che la pietra sarà ribaltata. Come condividiamo il venerdì santo di tanti fratelli, così siamo chiamati a condividere il sabato. Sarebbe un’occasione sprecata vivere i prossimi mesi o anni cercando solo di “chiudere la parentesi” il prima possibile, perché tutto ritorni come prima. Cederemmo a quel comodo “si è sempre fatto così” dal quale papa Francesco ci ha messo in guardia (cf. Evangelii Gaudium 31). Chi è stato in qualsiasi modo colpito dal virus, direttamente o indirettamente, non tornerà certo come prima.»

Proprio per questo motivo, assieme al Consiglio Pastorale Parrocchiale e al Consiglio Affari Economici della comunità, abbiamo scelto di riprendere con gradualità le nostre celebrazioni. Non possiamo pensare che tutto torni velocemente come prima, come se nulla fosse accaduto, e pertanto dovremo imparare a celebrare con attenzione e pazienza per salvaguardare la salute di tutti.

Ricominceremo domenica 24 maggio, alle 10.30, radunandoci nello spazio adiacente la canonica per vivere un momento comunitario. Non celebreremo la messa, ma sarà comunque una celebrazione vissuta nell’ascolto della Parola di Dio, senza la distribuzione della comunione.
Sarà un momento nel quale riscoprire i volti della comunità, riassaporare la proclamazione e l’ascolto condiviso della Parola di Dio, pregare come una unica voce attraverso salmi e invocazioni.
Celebreremo all’aperto. Questo ci consentirà di avere più spazio a disposizione e maggiore circolazione dell’aria.

Sarebbe bello poter accogliere tutti, ma le norme ci impongono un numero massimo di posti per garantire la giusta distanziazione tra i partecipanti.
Pertanto siamo invitati ad avere pazienza ed accettare con umiltà l’eventualità di non poter partecipare alla celebrazione qualora non ci fossero più posti disponibili.
Anche in questo atteggiamento rispettoso e mite si esprime il nostro essere comunità.

Chi non si sente di partecipare per precarie condizioni di salute, o perché non se la sente ancora di raccogliersi con tante persone, potrà seguire la celebrazione attraverso la diretta-video trasmessa sul cellulare o sul computer. Le indicazioni per collegarvi alla diretta della celebrazione le trovate nel documento che potete scaricare cliccando qui.

Ricordiamoci che, anche da casa, possiamo vivere nella fede e nella comunione il giorno del Signore.

Chi intende partecipare alla celebrazione è invitato a presentarsi presso i due ingressi allo spazio celebrativo: uno su Corso Vittorio Veneto, l’altro su Corso Libertà.
Gli ingressi saranno identificati da cartelli e dalla presenza di un volontario.
Per favorire un ingresso paziente e regolamentato, siamo invitati a presentarci venti minuti prima (attorno alle 10.10).

Siamo invitati a scaricare il documento con le norme igieniche da seguire per partecipare alla celebrazione. Vi chiediamo di leggerle e di seguirle fedelmente per il bene di tutti. Il documento lo potete scaricare cliccando qui

Col tempo impareremo a celebrare con maggiore tranquillità e prenderemo più confidenza con queste norme igieniche.

Accogliamo con gratitudine questa opportunità di ritrovarci assieme a pregare.

A presto.

Il Consiglio Pastorale e il Consiglio Affari Economici

Norme per la partecipazione alle celebrazioni comunitarie